Il paese di Tortolì (OG - Sardegna)

Tortoli è la cittadina più popolosa di tutta l'Ogliastra e ne è considerata la porta d'accesso principale grazie alla presente del porto e dell'aereoporto  di terzo livello che la mettono in diretto contatto i principali porti e aereoporti della penisola.  La storia di Tortolì si caratterizza per l'origine incerta della sua cittadinanza. Non a caso incerto è pure il suo nome che per alcuni deriverebbe da "Ilio" in quanto fondata da Troiani in fuga, secondo altri, invece, significherebbe "paese delle tortore". Il territorio di Tortolì è per lo più pianeggiante e non a caso il paese è tra uno dei principali produttori di agrumi dell'isola. Ma la forza trainante di Tortolì è sicuramente rappresentata dal settore turistico agevolato dalla bellezza delle coste tortoliesi, i cui spiagge di sabbia fine color argento lunghe anche chilometri si alternano a piccole calette o a scogliere di porfido rosso. Il tratto di costa più conosciuto è sicuramente quello che prende il nome di Lido di Orrì nei cui pressi, peraltro, a testimonianza della posizione particolarmente felice, si trovano alcune zone archeologiche con  Menhir, domus de Janas, tombe dei giganti e nuraghi.  Di assoluta originalità è stata negli anni la realizzazione di un vero e proprio museo d'arte contemporanea a cielo aperto noto come “Su Logu de s’Iscultura” (ossia, tradotto dal sardo, "Il luogo della scultura) che offre ai turisti la possibilità di ammirare opere di artisti di significativo valore quali  quali Ascanio Renda, Mauro Stacciali, Antonio Levolella, Hitetoski Nagasawa , Umberto Mariani, Maria Lai, , Pietro Coltella. Tortolì sorge inoltre nei pressi di uno stagno che assicura un'ottima produzione di Bottarga particolamente apprezzata in tutta la Sardegna.

La sua frazione a mare di Arbatax (OG - Sardegna)

Il nome Arbatax deriva dall'arabo e significa la "quattordicesima torre", nome dovuto alla presenza della torre saracena che ne domina l'odierno lungomare. Nacque come villaggio di pescatori provenienti dalla vicina Ponza. Oggi, peraltro, Arbatax è la frazione a mare di Tortolì e sorge nei pressi del porto commerciale, punto di approdo per le navi che collegano l'isola sarda al continente ma che ospita al suo interno il porticciolo turistico che nell'ultimo decennio ha consentito di accrescere la visibilità di Tortolì e dell'Ogliastra intera grazie all'incremento dell'afflusso di diportisti. Oggi, infatti, Arbatax è una meta obbligatoria per chi naviga lungo la costa centro-orientale della Sardegna. Particolarmente affascinanti sono il promontorio di Capo Bellavista contornato dalle baie di Cala Moresca e Porto Frailis e le sue famosissime Rocce di porfido Rosso.

Tante altre informazioni sono ancora reperibili sul sito ufficiale del comune: www.comuneditortoli.it